Domani per circa 2 settimane il mio posto di “lavoro” sarà decisamente più accogliente del solito.

Gestirò la parte commerciale e marketing di circa 2000 appartamenti che costruiranno nei prossimi 10 anni ⬇️

E beh, e a me che me frega, beato te.

NO! il motivo per cui scrivo questo post è che stamattina una ragazza con delle buone attitudini mi ha scritto che NON era convinta del lavoro che le ho proposto e che le avrebbe fatto guadagnare anche 30/40000 euro annui con una facilità IMPRESSIONANTE, a fronte di un probabile compenso di forse 800/1300 euro mensili che potrà capitarle da qualche altra parte.

Mi sono chiesto cosa spinge una persona a fare una scelta del genere senza sinceramente trovare una risposta che non sia quella di non volersi mettere in gioco o quella di non essere convinta delle proprie capacità. Ma secondo me il problema probabilmente è molto più profondo.

Posto fisso, stipendio fisso, posto fisso, stipendio fisso, post….

Sempre più italiani vivono con questo miraggio/falsa illusione (al di fuori degli statali, ma nemmeno ormai così tanto) così tanto dal sacrificare speranze, ambizioni, obbiettivi, sogni, in virtù di uno stipendio ridicolo che li condannerà a vivere una vita a malapena decente fino alla pensione da fame che li aspetterà.

Tempo fa ho pubblicato la mia storia, sperando che magari poteva essere d’ ispirazione per qualcuno, cercando di dare una visione diversa da quella che i genitori di continuo cercano di inculcare ai loro figli già da piccoli.

Ma che fine hanno fatto lo Scienziato, l’ Imprenditore, l’ Astronauta e tutto quello che volevi fare da piccolo?

State svendendo i vostri sogni, dando ascolto a chi vi dice DI ESSERE REALISTA. Ma la realtà di merda di chi vi sta parlando non deve essere per forza IL TUO FUTURO.

Ed infatti apro il giornale, e scopri che tra i giovani dai 18 ai 25 anni della nostra provincia abbiamo un tasso di disoccupazione del 35%, e che il 7% avrebbe diritto al reddito di cittadinanza.

Ovvio.

Quando ho cominciato a lavorare non contavo nemmeno quanto guadagnavo a l’ora (forse perché una volta ci ho provato e ho visto che erano circa 2.5 E 😂). Pensavo solo di IMPARARE, di ASSORBIRE un MESTIERE, guardavo IL MIO CAPO cosa faceva e come ci era arrivato, CALCOLAVO quanto potevo guadagnare e poi.. TESTA BASSA e LAVORARE!

Non ho mai nemmeno pensato alle ferie, agli impegni extralavorativi, ai festivi, alle tredicesime o altre cose futili.

In malattia solo se biologicamente indisposto e se l’Aulin non bastava.

Il giorno dopo SEMPRE operativo!

Lavoravo quello che c’ era da lavorare, mirando a chiudere gli obbiettivi che ci eravamo prefissati e andando a casa solo quando il lavoro era finito. Mangiavo e ritornavo a STUDIARE millemila libri diversi che potevano migliorare la mia preparazione, così da aumentare le performance.

Poi ho sempre riflettuto su un concetto molto semplice:

per essere quello coi RISULTATI MIGLIORI, dovevo ESSERE il MIGLIORE.

Quindi:

– Cerca di essere SEMPRE il più preparato e il più bravo, mira ad essere l’ ECCELLENZA nel tuo lavoro,STUDIA, STUDIA, STUDIA!

– GUARDA, COPIA e CHIEDI a chi ti sta DAVANTI.

– PONITI degli OBBIETTIVI e RAGGIUNGILI,

– CONTEGGIA quello che guadagni, quello che spendi e il tempo che dedichi alle tue attività.

– FIDATI solo di DUE cose: del tuo capo e dei NUMERI. Entrambi non mentono!

– Cerca di capire quante strade ti può aprire quello che stai facendo.

– COGLI ogni opportunità che ti capita, valutane il rischio e cerca di dire sempre di si ogni volta che puoi. Se va bene, meglio, se va male, avrai buttato tempo o soldi, ma ne avrai tratto sicuramente dell’ ESPERIENZA, quindi bene lo stesso!

-NON ROMPERE I COGLIONI!

Ricordati, come ci insegnano da bambini (e almeno questo è giusto), che per PRENDERE bisogna prima DARE!

Per fare in modo che i VOSTRI sogni e il VOSTRO futuro coincidano avrete due ostacoli:

la vostra pigrizia e l’ 80% delle persone che avete intorno.

Sarà una battaglia dove ci sarete soltanto voi, la vostra testa, e nessun altro!

Nulla di tutto quello che ho fatto (e io sono nessuno) sarebbe accaduto se avessi avuto la mentalità delle 8 ore bla bla bla e se non avessi mangiato merda per tanto tempo!

Ma presto o tardi, uno RACCOGLIE SEMPRE QUELLO CHE SEMINA!

Non so quanto questo post sia stato utile ma magari, MAGARI, anche se a uno solo di voi che leggerà quanto ho scritto si accenderà una scintillina di ragione o di dubbio sulle proprie credenze,

questa mia mezz’ora passata a scrivere sarà stata un gran successo.

Se invece condividete quanto ho scritto anche solo al 50%, sappiate che siete già sopra la media e vi invito a contattarmi privatamente perché sto cercando le persone più brillanti in zona da portare avanti nei miei progetti lavorativi!

Share This